Chirurgia toracica
VATS Symposium
Xagena Mappa
Medical Meeting

Artroplastica totale dell'anca o emiartroplastica per frattura dell'anca


A livello globale, le fratture dell'anca sono tra le prime 10 cause di disabilità negli adulti. Per le fratture del collo del femore spostate, permangono incertezze sull'effetto di un'artroplastica totale dell'anca rispetto all'emiartroplastica.

Sono stati assegnati in modo casuale 1.495 pazienti di età pari o superiore a 50 anni con frattura dislocata del collo femorale a sottoporsi ad artroplastica totale dell'anca o emiartroplastica.
Tutti i pazienti arruolati erano in grado di deambulare senza l'assistenza di un'altra persona prima che si verificasse la frattura. Lo studio è stato condotto in 80 centri in 10 paesi. L'endpoint primario era una procedura secondaria all'anca entro 24 mesi di follow-up. Gli endpoint secondari includevano morte, eventi avversi gravi, complicanze legate all'anca, qualità della vita correlata alla salute, funzione ed endpoint sanitari generali.

L'endpoint primario si è verificato in 57 pazienti su 718 ( 7.9% ) che sono stati assegnati in modo casuale all'artroplastica totale dell'anca e in 60 pazienti su 723 ( 8.3% ) che sono stati assegnati in modo casuale all'emiartroplastica ( hazard ratio, HR=0.95; P=0.79 ).

L'instabilità o la lussazione dell'anca si sono verificate in 34 pazienti ( 4.7% ) assegnati all'artroplastica totale dell'anca e in 17 pazienti ( 2.4% ) assegnati all'emiartroplastica ( HR=2.00 ).

La funzione, misurata con il punteggio totale WOMAC ( Western Ontario and McMaster Universities Osteoarthritis Index ), il punteggio del dolore, il punteggio di rigidità e il punteggio di funzione, ha favorito modestamente l'artroplastica totale dell'anca rispetto all'emiartroplastica.

La mortalità era simile nei due gruppi di trattamento ( 14.3% tra i pazienti assegnati all'artroplastica totale dell'anca e 13.1% tra quelli assegnati all'emiartroplastica, P=0.48 ).

Eventi avversi gravi si sono verificati in 300 pazienti ( 41.8% ) assegnati all'artroplastica totale dell'anca e in 265 pazienti ( 36.7% ) assegnati all'emiartroplastica.

Tra i pazienti con deambulazione indipendente con fratture dislocate del collo femorale, l'incidenza delle procedure secondarie non differiva significativamente tra i pazienti che erano stati assegnati in modo casuale a sottoporsi ad artroplastica totale dell'anca e quelli a cui era stato assegnato il trattamento di emiartroplastica, e l'artroplastica totale dell'anca ha fornito un miglioramento clinicamente irrilevante rispetto all'emiartroplastica nella funzione e qualità di vita in 24 mesi. ( Xagena2019 )

The HEALTH Investigators, N Engl J Med 2019; 381: 2199-2208

Orto2019



Indietro