VATS Symposium
Chirurgia toracica
Xagena Mappa
Medical Meeting

Artroscopia dell'anca rispetto alla migliore terapia conservativa per il trattamento della sindrome da conflitto femoro-acetabolare: studio UK FASHIoN


La sindrome da conflitto femoro-acetabolare è una causa importante del dolore dell'anca nei giovani adulti. Può essere trattata con chirurgia dell'anca artroscopica, comprendendo il rimodellamento dell'anca, o con la cura conservativa guidata dai fisioterapisti. 

Uno studio ha confrontato l'efficacia clinica dell'artroscopia dell'anca con la migliore cura conservativa.

UK FASHIoN è uno studio pragmatico, multicentrico, controllato in cieco condotto in 23 ospedali del National Health Service nel Regno Unito.
Sono stati arruolati pazienti con sindrome da conflitto femoro-acetabolare che si sono presentati in questi ospedali.

I pazienti eleggibili avevano almeno 16 anni, avevano dolore all'anca con caratteristiche radiografiche di morfologia a camma o a pinza, ma senza osteoartrosi, e ritenuti adatti a trarre beneficio dell'artroscopia dell'anca.
I pazienti con sindrome da conflitto femoro-acetabolare bilaterale erano eleggibili; solo l'anca più sintomatica è stata assegnata in modo casuale al trattamento e al follow-up.

I partecipanti sono stati randomizzati a ricevere artroscopia dell’anca o terapia dell'anca personalizzata ( un programma di cura conservativa guidato da un fisioterapista, supervisionato e progressivo ).
La randomizzazione è stata stratificata per tipo di conflitto e Centro di reclutamento.

L'esito primario era la qualità di vita correlata all'anca, misurata dall'International Hip Outcome Tool ( iHOT-33 ) riferita dal paziente 12 mesi dopo la randomizzazione e analizzata in tutti i partecipanti eleggibili assegnati al trattamento ( popolazione intention-to-treat ).

Tra il 2012 e il 2016, sono stati identificati 648 pazienti eleggibili e sono stati reclutati 348 partecipanti: 171 partecipanti sono stati assegnati a ricevere artroscopia dell'anca e 177 a ricevere terapia dell'anca personalizzata.
3 ulteriori pazienti sono stati esclusi dalla sperimentazione dopo randomizzazione perché non soddisfacevano i criteri di ammissibilità.

Il follow-up alla valutazione dell’esito primario è stato del 92% ( 319 su 348 partecipanti ).

A 12 mesi dalla randomizzazione, i punteggi medi di iHOT-33 erano migliorati da 39.2 a 58.8 per i partecipanti nel gruppo di artroscopia dell'anca e da 35.6 a 49.7 nel gruppo di terapia dell'anca personalizzata.

Nell'analisi primaria, la differenza media nei punteggi di iHOT-33, aggiustata per il tipo di conflitto, sesso, punteggio iHOT-33 al basale e Centro, è stata di 6.8 a favore dell’artroscopia dell'anca ( P=0.0093 ).
Questa stima dell'effetto del trattamento ha superato la differenza minima clinicamente importante ( 6.1 punti ).

Ci sono stati 147 eventi avversi riportati dal paziente ( in 100 pazienti su 138, 72% ) nel gruppo di artroscopia dell'anca ) rispetto a 102 eventi ( in 88 pazienti su 146, 60% ) nel gruppo di terapia dell'anca personalizzata, con indolenzimento muscolare come evento avverso più comune ( 58, 42%, vs 69, 47% ).

Ci sono stati 7 eventi avversi gravi segnalati dagli ospedali partecipanti. 5 su 6 ( 83% ) eventi avversi gravi nel gruppo di artroscopia dell'anca erano correlati al trattamento mentre quello nel gruppo di terapia dell'anca personalizzata non lo era.

Non ci sono stati decessi correlati al trattamento, ma un paziente nel gruppo di artroscopia dell'anca ha sviluppato una infezione all'anca dopo l'intervento chirurgico.

L'artroscopia dell'anca e la terapia personalizzata dell'anca hanno migliorato la qualità di vita correlata all'anca per i pazienti con sindrome da conflitto femoro-acetabolare.
L'artroscopia dell'anca ha portato a un miglioramento maggiore rispetto alla terapia dell'anca personalizzata, e questa differenza è risultata clinicamente significativa.
Un ulteriore follow-up mostrerà se i benefici clinici dell'artroscopia dell'anca sono mantenuti e se è conveniente a lungo termine. ( Xagena2018 )

Griffin DR et al, Lancet 2018; 391: 2225-2235

Orto2018



Indietro